image

INITIUM SOMNIANDI

LA NASCITA DI UN SOGNO

Il Maestro orafo Marco Mancini si avvicina al mondo dell’arte orafa per la prima volta nel 1978. Quell’incontro segnò il suo futuro e rivelò subito grandi abilità tecniche ed artistiche. La sua passione lo ha guidato in una ricerca lunga ed interminabile, per scoprire nuove tecniche e strumenti, che attribuissero sempre maggior pregio e splendore ai suoi gioielli. Questa stessa passione l’ha portato a produrre opere sempre più complesse e spettacolari quali: corone preziose, croci pastorali, reliquiari ed infine anche un libro dedicato alla propria città natale, dove il Maestro affonda le proprie radici.

L’ingresso dei figli che, (nel 2009 Alessandro e nel 2012 Sara), hanno deciso di seguire le orme paterne ed essere partecipi alla realizzazione di tali opere d’arte, ha dato al Maestro una nuova forza che ha deciso di portare la sua azienda, operativa da ormai trent’anni, ad un livello successivo: la creazione di un nuovo Brand riconosciuto a livello mondiale e rivolto al mondo del lusso.

Tutto affonda le sue radici nella tipica M del maestro che iniziò col nome di Marco l’orafo. Dopo la creazione del suo capolavoro “Navalia” raggiunge la maturità artistica e si avvicina all’uso della simbologia, per raccontare la storia dei suoi gioielli, determinante fu l’incontro nel 2002 con il Maestro Rosmundo Giarletta che più di un amico collega Marco lo definisce suo fratello d’arte. Da qui la seconda evoluzione del nome in: “MARCO gioielli d’arte”, affiancato dalla testa di leone che tiene tra le fauci un anello, (bitta da ormeggio) fedele riproduzione della scultura del Maestro Iacopo Dell’ Opera risalente al 1519.